Poniamo rimedio alle vulnerabilità note

SCENARIO

Il 90% degli attacchi informatici sfruttano vulnerabilità note per accedere ai sistemi aziendali. A fronte di tali allarmanti numeri, il “patching” ha assunto un ruolo centrale in ottica di security governance. L’approccio preventivo in materia cybersecurity è decisamente quello più efficace, e la prevenzione delle vulnerabilità presenti nello stack aziendale è una componente fondamentale per garantire una corretta gestione dei rischi.

Questo tipo di attività può assorbire risorse, richiedendo personale dedicato o procedure di workflow lunghe, a volte molto insidiose e complicate, a seconda della dimensione di un’azienda.

Per una large company la quantità di asset da gestire diventa un problema di management.

Per le PMI, invece, il limite risiede nella scarsità di risorse dedicate ad implementare un processo di patch management.

Per questo motivo, a supporto di un sistematico e regolare Patch Management Process, si punta all’utilizzo di tool che permettono, in modo automatico, di programmare ed eseguire la distribuzione e l’installazione delle patch su sistemi e programmi della propria rete, delegando tempo e risorse a strumenti che richiedono una minima interazione del comparto IT.

SOLUZIONE

Un efficace patch management process deve garantire un supporto concreto ai team di security, proprio per non dover dedicare risorse impegnate in attività che possono richiedere sforzi in termini di tempo e costi.
Di seguito alcuni pillar che strumenti di questo tipo devono assicurare agli IT Manager:

  • distribuzione automatica delle patch con impatti minimi sulla rete;
  • rilevamento vulnerabilità;
  • pianificazione del rilascio delle patch secondo priorità e tempistiche;
  • whitelisting dinamico;
  • patch per server fisici e virtuali;
  • gestione centralizzata e reportistica puntuale.

SERVIZI

  • Formazione tematiche Security;
  • Risk e Vulnerability assessment;
  • Design e dimensionamento ottimizzato della piattaforma, in accordo ai requisiti Cliente;
  • Implementazione piattaforma e relativi processi di gestione;
  • Metodologie di troubleshooting specifiche;
  • Estensione ed integrazione strumenti di monitoring e performance metrics.

BENEFICI

In un periodo storico in cui tutte le aziende si trovano di fronte alla necessità di gestire con oculatezza le proprie risorse economiche, l’automatizzazione delle attività di routine è senza dubbio un aspetto importante da considerare in fase di allocazione dei budget IT. Le attività di patch management rientrano in questo tipo di processo.

Inoltre, ridurre i rischi legati alle vulnerabilità consente di prevenire incidenti informatici che individuano come punto di accesso i sistemi e i dispositivi della rete aziendale che presentano debolezze dovute a vulnerabilità note mai gestite.

Maggiori informazioni